mercoledì 29 dicembre 2010

Carnevale della Fisica n. 14





Benvenuti alla 14esima edizione del "CARNEVALE DELLA FISICA"




Il tema di questa edizione è Comunicare la Scienza, a tutti i livelli. Si può, ed è bene farlo  a livello di blog (generalistici e specialistici), utilizzando i media tradizionali. Quest'anno il blog settimanale di The Guardian Science Weekly ha ricevuto il premio per il migliore podcast nella categoria della fisica.
La comunicazione della scienza intesa come ricerca scientifica è una disciplina che è stata introdotta anche nell'insegnamento universitario, in alcuni corsi universitari esempio di "buona formazione". Cito qui  la Dr.ssa Maria Flora Mangano
  • "...In questo caso si parla di "Comunicazione della ricerca scientifica" una disciplina ancora poco diffusa in Italia. Non si tratta della comunicazione della scienza, che individua gli strumenti utili per comunicare argomenti scientifici in generale, tematiche di attualità o di base. E neanche della divulgazione della scienza, che punta a rendere comprensibili simili tematiche a un pubblico non esperto..."
Infatti, i nostri laureandi e dottorandi hanno bisogno di fare corsi,  di fare pratica, a diversi livelli, di:
  1. come si scrive e si presentano i dati, 
  2. come tenere viva l'attenzione ad una presentazione powerpoint,
  3. gestire bene il livello dell'inglese, la lingua della ricerca.
 Per il primo punto, ma soprattutto per il secondo, un mio riferimento è Lisa B. Marshall, con i suoi podcast su  trucchi e consigli per migliorare le abilità verbali  communication skills
Per il terzo punto, alcune regole di base si trovano gratis  in rete
William Strunk: The elements of style
ed inoltre, alcune dritte e guide pratiche su come si gestisce un sito web o su come si comunica la scienza, "how to report on" sono presenti su Sci.Dev.Net.
Questo capodanno è anche occasione per partecipare al loro contest, basta registrarsi sul sito e si partecipa ad una estrazione di un 8 gigabyte Sundisk player  SciDev.Net's 9th anniversary
Sign up to SciDev.Net before the end of 31 December 2010, or recommend SciDev.Net to a friend

Il primo intervento che qui propongo non è un contributo fresco, ma una riproposta dell'edizione n. 12: su Scientificando, Annarita Ruberto  ha discusso il tema della Didattica, che merita di essere riletto.

Maestra Rosalba ha inviato due contributi, un post su scienze e la creatività agli alunni della scuola primaria il primo  su le scienze in cucina , il secondo sui cristalli di neve


Gianluigi Filippelli (fisico presso l'Osservatorio di Brera) di ScienceBackstage ha inviato:
CRESCERE
la  storia di un esperimento didattico per dare agli studenti delle scuole superiori un'idea di cosa voglia dire essere ricercatore.
Da parte mia, inserisco anche il suo post sui Rompicapi di Alice

Peppe Liberti, del blog RANGLE, blogger continuo fervido, ha inviato diversi contributi:
sulle speculazioni di John Gribbin ed il LHC Architettura galattica  
Jonah Lehrer del The New Yorker contro George Musser di Scientific American Effetto declino e dubbi esistenziali  
su come il processo di fotosintesi  richieda un fenomeno di coerenza quantistica Il battito quantistico ed il groviglio biologico  
e infine, l'ultimo, che è molto pertinente al tema della nostra edizione e discussione: ResearchBlogging.org   che ha una versione in lingua italiana, di cui Peppe è coordinatore, ed ha lo scopo di  collezionare i post che, sui blog, contengono analisi e discussioni sulla ricerca peer reviewed. 

Aldo Ficara (Dieci alla meno nove) invia il suo articolo su come comunicare una prova didattica fatta in laboratorio, tramite video realizzati da un gruppo dell'IIS di Furci Siculo  (link)
http://chiacchieresulnano.blogspot.com/2010/12/idrogeno-la-trazione-del-futuro.html

Emanuele invia il link al suo intervento su  "Divulgazione scientifica di qualità"

Claudio Pasqua di Gravità Zero con il post L'Origine,  un viaggio-mostra, che è un connubio tra scienza e arte ed è un modo originale e molto intelligente di fare divulgazione scientifica
ed un contest sui nomi degli scienziati nella foto, insieme agli auguri di Fine Anno

ci ha inviato anche  i contributi di:
il post sulla fisica a Radio 3 

Francesco Rea, responsabile Ufficio Comunicazione INAF, con il post "2010: un anno stellare"  e   Media INAF compie un anno

Tiziana, della redazione di Galileo, invia due posts

Diversi articoli del  SITO ASI: prime immagini del COSMO4 e  e inoltre COSMO-SkyMed

L'aggancio dalla Souyz alla Stazione Spaziale Internazionale è avvenuto venerdì 17 dicembre. Inizia il lungo soggiorno dell'astronauta italiano nello spazio: resterà in orbita 6 mesi Paolo Nespoli sbarca sulla ISS

A caccia di vita nello Spazio  Tavola rotonda italo-russa a Dubna, nei pressi di Mosca, con la partecipazione dell’ASI.  Il satellite LARES pronto a lasciare la Terra con il lanciatore Vega nel 2011 Lares e Vega verso il lancio

WEB TV DI ASI 
Intervista a Charles Bolden (1 parte)
Intervista a Charles Bolden (2 parte)
GLI ASTEROIDI un contributo di Enrico Flamini della Web TV ASI

altri contributori sono:

Francesco Boccanera, meteorologo presso il Centro Funzionale di Protezione Civile della Regione Marche invia il contributo su Farfalle tornado e previsioni meteo 

Stefano Gusman, da Bari, consulente aziendlae sicurezza, energia ed ambiente, invia un post che dimostra come la Legge di Newton, descriva la gravità, ma non la spieghi

Leonardo Petrillo invia  il contributo "Derivate e Integrali Indefiniti: Storia, Proprietà e Applicazioni in Fisica" (riguardante la trattazione delle derivate e degli integrali indefiniti: 

Elisabetta Durante, giornalista scientifica de IL SOLE 24 ORE  manda un contributo su Firenze e sul binomio beni culturali-tecnologia

Marco F. Barozzi 
(Popinga) propone il suo post su  L'Almagestum novum (1651) dell’astronomo gesuita Giovanni Battista Riccioli (1598–1671). L’opera contiene ben 77 argomenti contro il movimento della Terra, che comprendono obiezioni importanti derivati dalla fisica e dall’astronomia, che solo nel sistema newtoniano avrebbero trovato adeguata spiegazione. Tra di essi, abbastanza sorprendentemente, sono presenti diversi riferimenti a un effetto che oggi chiamiamo di Coriolis, che non sarebbe stato descritto sperimentalmente sino al XIX secolo. Così, in modo abbastanza paradossale, una delle conseguenze intuitivamente più evidenti dei moti della Terra è sottolineata da uno studioso che negava questi moti.

Angela Siciliano  ha postato alcune citazioni del libro Copenaghen (1998) di Michael Frayn, Sironi - 2009. .Dialoghi tra tre personaggi: Niels Bohr, sua moglie Margrethe e Werner Heisenberg, su un incontro veramente avvenuto a Copenaghen nel 1941 quando Heisenberg visita privatamente i signori Bohr.

Guido, un fisico prestato al Giappone, ha postato le foto del KEK l'hadron collider a Tsukuba  

Tornando  al tema di apertura, la comunicazione della scienza è stato un grande tema sui blog di lingua inglese. Uno dei blogger che seguo, Richard P. Grant, solleva la questione che alcune definizioni presenti su Wiki non siano soddisfacenti, come quella sul metodo scientifico:
  • I’d LOVE it if ONE scientist would take on the challenge of CLEARLY explaining the scientific method. Wikipedia sure doesn’t.Martin Robbins took up the challenge straight away, but  I’d like to see suggestions that might replace the Wikipedia entry. As far as I’m concerned, these explanations should be understandable to a high school student. Seeing as the Wikipedia article is the first Google hit for ’scientific method’, let’s edit the bloody thing to something more like.
Grant ha una famiglia, e le sue riflessioni prendono spunto dalle scoperte che  egli fa cercando di spiegare  il legame chimico, o l'energia a sua figlia (su Nature Network, un social forum che può richiedere la registrazione, gratuita, prima dell'accesso)
 è un comunicatore esperto, che ha lavorato su The Scientist per anni,  adesso tiene il blog Occam typewriter insieme a Jennifer Rohn, una biologa molecolare e scrittrice feconda. Infatti è anche fondatrice di LabLit, sito di letteratura scientifica e fantastica.

A dimostrazione che tra il fare scienza ed il comunicare la scienza la formalità non sia necessaria, ma si possa usare un linguaggio non specialistico, c'è il sito web  The Naked Scientist: a proposito di scienza fatta in casa: "garage science" e la fisica, ci sono i forum con i lettori, gli esperimenti pratici, i kitchen science: podcast  perchè i sacchetti di patatine fanno scintille nel microonde   e gli articoli, come questo sulla superconduttività

Infine, una lista di siti web utili sul giornalismo e le scienze
the Knight Science journalism tracker, offre corsi di nove mesi con borse di studio  per giornalisti, e aspiranti comunicatori, 
the 20 science websites everyone should know
   
CHaOS is Cambridge Hands-On Science, a voluntary student group based in Cambridge. We believe that science is fun, and relevant to everyone! CHaOS take our wide range of hands-on science experiments.



Posta un commento
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001