mercoledì 9 aprile 2014

borse di studio postdottorato in Europa: life-agrifood-environment

AgreenSkills’ Post-doctoral Research Fellowships
Next application deadline: 5 May 2014

 AgreenSkills and AgreenSkills+ are European Union co-funded fellowship programmes, accepting applications for postdoctoral fellowships from experienced young and independent postdoctoral researchers, in the fields of life, agricultural, nutrition, and environmental sciences. Proposals are accepted, without any topic guideline, for basic or applied sciences.

 Fellows are offered 12-24 month positions (up to a maximum of 36 months for AgreenSkills+ incoming fellows) at a laboratory based within one of Agreenium’s member organizations in France, including INRA and Cirad. Submissions are accepted from candidates of all nationalities and countries of origins.

 AgreenSkills and AgreenSkills+ offers salaries ranging between € 3500 and € 5000 for young and independent researchers, respectively, depending on individual research experience; which are significantly higher than those offered by the French state to young and independent researchers. Moreover, each fellowship is tailored to the needs of the fellow, paying particular attention to personalized career development plans, networking, and flexibility.

 For more information regarding eligibility and how to apply, read the AgreenSkills and AgreenSkills+ Info Sheet and visit the AgreenSkills website: www.agreenskills.eu

 AgreenSkills and AgreenSkills+ have a continuous call for submissions, with the next evaluation deadline on the 5th of May 2014.

 Contact: contact@agreenskills.eu / www.agreenskills.eu

diario di viaggio nel Salento

Queste sono foto raccolte tra marzo e aprile, in vari percorsi: da Gagliano stazione e Castrignano del Capo, e nelle campagne di Arnesano
                              Quercia vallonea nella prima settimana di marzo, ancora spoglia
                                       stessa quercia, prima settimana di aprile, comincia a coprirsi di foglie
                                         limoni ancora verdi
                                                      Gaggia, aprile
fiori di ciliegio, aprile
                                          Fiori di melocotogno, aprile
                                             fiori di prugno (ramasin)
                                                    fiori di ginestra, aprile
                                         gelsomino africano, con capsula di fiore ancora da sbocciare
                                            fiori e bacche di rosa selvatica
Arnesano, rione Riesci, Madonna di Montervergine

                                         percorso pedestre dalla stazione di Gagliano verso Salignano

borse di studio per gli USA per laureati italiani

BEST (Business Exchange and Student Training)
Missione
§ Stimolare la cultura imprenditoriale high-tech in Italia trasferendo dagli USA-Silicon Valley in Italia le migliori pratiche di business per la creazione in Italia di start-up 
Articolazione del programma (4 moduli, un anno accademico)
§ 1. Apprendere: Due mesi di aula alla Santa Clara University per studiare imprenditorialità; 
2. Esperienza "Hands on” ciascun vincitore lavora per una startup della Silicon Valley per 5 mesi; 
3. Networking: incontra e scambia esperienze con imprenditori di successo e uomini d'affari; 
4. Mentoring: al rientro in Italia
(*) il candidato sarà assistito per 6 mesi da un tutor italiano qualificato per lanciare la propria start-up
§ Target. Giovani <35 anni che hanno idee per nuovi prodotti / servizi o una start-up high-tech che vogliono introdurre nel mercato italiano (economisti, ingegneri, dottorandi, art fashion e design)

scadenza : 18 aprile 2014 

La borsa è studiata per aiutare la creazione di start-up hight-tech per chi ha idee innovative derivanti da attività di ricerca scientifica ed è  una cooperazione tra Fulbright, Ambasciata Usa in Italia e Invitalia. Vale 35,000 euro ed è omnicomprensiva. La borsa è destinata a cittadini italiani di età massima di 35 anni in possesso di Laurea triennale o Laurea vecchio ordinamento o Laurea Magistrale o Dottorato di ricerca oppure frequentanti un Dottorato di Ricerca

Per partecipare è necessario compilare l'application form e inviare idea e candidatura alla Commissione Fulbright in Italia
(*) I Beneficiari entrano negli Stati Uniti con un visto J1: sono obbligati a rientrare In Italia e non possono essere impiegati negli Stati Uniti per i successivi due anni
Ad oggi 60 ragazzi hanno vinto questa borsa e creato 26 start up che troverete, incluso il video di 4 di loro, al sito www.bestprogram.it

lunedì 31 marzo 2014

Internet festival - didattica della scienza

1. Tutorial tour (T- tour, Pisa, 9-12 ottobre)
E' stata lanciata in questi giorni una call da Internet Festival , che per il quarto anno consecutivo si svolge a Pisa dal 9 al 12 ottobre 2014 ed è promosso da CNR e Registro.it, Università di Pisa, Scuola Superiore S. Anna, Scuola Normale Superiore, Associazione Festival della Scienza insieme ai principali enti locali (Regione Toscana, Provincia di Pisa, Comune di Pisa, Camera di Commercio di Pisa).
La call (anche sul sito CNR) vuole richiamare proposte per laboratori didattici interattivi, che in qualche modo sono legati alla rete all'interno di un percorso formativo che interessa tutti i livelli di scuola (dalle elementari alle superiori) ma anche un pubblico generico e curioso oppure un pubblico che si presuppone già un po' esperto e vuole approfondire temi specifici.

Internet Festival è un'ottima occasione per dare visibilità alle iniziative educative  (nel 2013 il Festival ha registrato circa 60.000 presenze) ed è possibile proporre  attività che rispondano ai requisiti del bando. Il bando precisa che, per le proposte accettate, è previsto un piccolo rimborso spese e la copertura assicurativa delle eventuali attrezzature.

2. Scienza: a scopo ludico
Spillover  è una startup italiana nata con lo scopo di trasformare le più recenti ricerche e scoperte scientifiche in videogiochi per ragazzi dai 10 ai 15 anni. Lo scopo è quello di ispirarli a capire la forza della scienza e abbracciare la ricerca. Sono aperti a collaborazioni ella divulgazione di nuove iniziative.
 Il 13 marzo è stata presentata ufficialmente la nuova App che si chiama "The Agency - Operazione Vanishing Lady" e sarà disponibile su iTunes Store in due versioni: completa e preview.

mercoledì 12 marzo 2014

Internet, social networks e senior users

 "Non è mai troppo tardi"  
Le amministrazioni locali stanno conducendo corsi di avviamento a Internet rivolti a cittadini  anziani o non in grado di apprendere da soli l'uso del computer, dei motori di ricerca, delle funzioni cosiddette "intuitive" che però esigono un atteggiamento di "prova ed errore" comune nei bambini, e che viene perso crescendo. 
Le prime nozioni insegnate riguardano l'uso dei motori di ricerca, uno degli svaghi più diffusi tra tutte le età. Tanti trucchi si memorizzano con l'uso continuato, come aprire tante pagine (schede) piuttosto che uscire dalla pagina iniziale, in modo da velocizzare la navigazione. Questi corsi hanno purtroppo una cadenza settimanale, quindi per 6 giorni non ci si esercita (spesso gli anziani non hanno un abbonamento a internet a casa). E le lezioni sono rivolte alla navigazione più che alla esercitazione della tastiera o del mouse. Cliccare con il tasto destro piuttosto che col sinistro, trucchi quali Control+Copy e Control+Paste, l'uso del tasto F4, Control+Alt+Esc per uscire da una pagina congelata... 
Occorrerebbe che la TV dia inizio a una nuova trasmissione di alfabetizzazione, a modo di simulazione di giochi, per iniziare i grandi all'uso del computer!
Anche i cellulari stanno vivendo una stagione di boom economico di tariffe favorevoli per l'accesso a internet. Però il software Android, quello diffuso sulla maggior parte delle piattaforme, e lo schermo touchscreen non favoriscono la libertà di azione che offre un portatile e il suo schermo ricco di tasti. Infatti, se provate a scollegarvi da Google+ sul computer alla fine si trova la casella di uscita, e in famiglia è facile che ci siano più utenti che accedono (a meno che ognuno utilizzi la sua piattaforma, Safari piuttosto che Mozilla o IE o Chrome). Adesso provate a cercare il logout da G+ dal cellulare. Non c'è schermo, mostra solo le funzioni più comuni, e bisogna resettare il software per accedere come nuovo utente ed eliminare i dati del login iniziale. Invece la pagina di Facebook sul cellulare propina in primo piano pubblicità che sul PC appena si notano. 
Adesso un articolo sulla rivista The Scientific World Journal, affronta la problematica dei gusti e delle abitudini degli anziani e propone soluzioni per un maggiore accesso ai social networks basandosi sulle preferenze personali di questo gruppo di popolazione.

Gonçalo Gomes, Carlos Duarte, José Coelho, and Eduardo Matos Designing a Facebook Interface for Senior Users. The Scientific World Journal, 2014), Article ID 741567, doi:10.1155/2014/741567

  • The ageing process is usually related with retirement, which in turn brings solitude and isolation, also resulting in several health problems. Past works have shown that older adults are frequent users of technology, which is being designed to support an active life in an attempt to mitigate those problems. Recent studies also show that the usage of platforms like Facebook, by allowing frequent, light and collective discussions with close family , increases well-being and life satisfaction , and reduces isolation . For these reasons, the adoption of social networks by older adults has risen considerably in the recent years. However, many still cannot make use of social networks as these are simply not designed for them...   FB and G+ interfaces bring interaction challenges to users aged 65 and above . One could consider designing a social network platform that would account for this design issue, thus trying to achieve the best interaction experience among the senior population. Still, this approach reveals two major limitations: (1) the difficulty of overcoming the challenge of attracting the masses to a newly created community service and (2) the lack of acceptance from nonsenior users of a service that would have been designed for an older age group.  ...  ...   Given our study results, we have strong indicators that there should be additional support for the promotion of the users’ family posted media content. This becomes crucial if we take into account that the Native Facebook Mobile Application has no real support for content filtering. Thus, without such mechanism, there is a clear challenge for older adults—and users in general—that might probably want to visualize their contacts’ posted media content.

  • Lastly, our results have pointed out that event management activities should also be fostered, since as our user studies’ participants have stated, events “allow the grouping of family members” and therefore “support closeness to family.” This is also a critical issue that has been considered and implemented in our prototype solution. Contrastingly, the Native Facebook Mobile Application has not a usable support for event management. Moreover, the Native Facebook Mobile Application also does not provide the users with the options to invite a specific group of contacts to their newly created events. This represents a challenge for older adults who have reported they would mainly use the event management mechanisms in order to invite their relatives to family events. 
  • We plan to conduct our future studies with a more broader scope of context, comparing the older adults’ interaction not only between our Facebook-based prototype and the Native Facebook Mobile Application, but also with the Desktop version of the Facebook SNS. Finally, we plan to make use of more specific and accurate measures of usability—including efficiency and effectiveness—and also perform a more complete study—for example, diary studies of older adults’ interaction with the aforementioned applications—in order to obtain several indicators of how older adults could benefit from SNS in general, to improve their quality of life. Moreover, we intend to understand which of the results that were obtained from our work are also applicable for other SNS, such as Twitter or Google+. By doing so, we aim to perceive if such SNS have different characteristics, as well as get to know if a novel type of mechanism could be or should be used, in order to make them more usable and accessible for older adults.
                                                     

giovedì 27 febbraio 2014

Strutture e disposizioni per emergenze nucleari: ieri e oggi

Le mie esperienze a Torino sono in via Belfiore,  in via Spalato,  e corso Ferrucci. Durante la terza media nel ' 66 feci le vacanze dai nonni a Teplice, cittadina termale del nord-ovest, lungo la via per Dresda, sono state numerose, anche due volte all'anno, esperienze nuove e testimonianza diretta di una città del blocco comunista.Teplice era una miniera di carbone a cielo aperto, fornivano 1 bottiglia di latte agli abitanti per dissintossicarsi.  I ragazzi sotto casa che chiedevano di portar loro dei chewing gum. In casa ci si preparava l'acqua frizzante con una bomboletta a gas che liberava CO2. Sotto casa, nella strada, spazi verdi e orti, si scavalcava per giocare dentro lo spazio dell'asilo, ci si rincorreva a guardie e ladri, maschi e femmine, e si attraversavano da parte a parte gli androni dei condomini. Il bordo della piscina di sabbia era usato come pista per rincorrersi, giocando a "Prendersi".  Le ragazze avevano occhi per lo più per i ragazzi più grandi, che ascoltavano un gruppo musicale con tutta la magia dell'ovest, dal nome Beatles. In questo spazio urbano, al di sotto di quei condomini di lastroni prefabbricati sottili, esisteva uno spazio sotterraneo a chiusura stagna, un rifugio antinucleare, costruito durante la guerra fredda, in caso di conflitto atomico. Sulla traccia dei rifugi antiaerei, aveva stanze blindate (quanto robuste?), dei depositi per l'acqua,   delle scorte di cibo (nelle intenzioni o disposizioni, prima di scendere ci si sarebbe portato un pacco di scorte), dei filtri per l'aria. Era frutto di un'edilizia povera per le masse, cui fece seguito una edilizia più sofisticata per le élite dell'est e dell'ovest.
Certo, gli imprevisti sono più gravi di quanto gli impianti possano essere stati dotati in precauzioni, le strutture possono cedere e lasciare passare perdite, fughe, infiltrazioni. Figuriamoci durante un bombardamento atomico!
In Giappone, l'emergenza dell'incidente nucleare di Fukushima non dà segni di attenuarsi. L'ex premier Naoto Kan ha dichiarato che il terreno sotto il reattore n. 4 della centrale DAICHI della Tepco è sprofondato di 70 cm. Oltre all'instabilità della faglia, e il pericolo di nuove scosse di terremoto, le strutture a rischio sono le vasche di contenimento e raffreddamento delle barre, sia di combustibile esausto che barre di uranio non esausto.
La reazione di fissione è rallentata dalle basse temperature, quindi finché le barre sono immerse in acqua l'uranio o il plutonio non danno inizio a reazioni, però l'acqua di raffreddamento è carica di radioisotopi, e la radioattività all'interno degli edifici è talmente alta da poter uccidere un uomo in un'ora di esposizione. L'acqua delle vasche si riversa nelle acque sotterranee (difetti e crepe nell'impianto) con perdite in mare di 300 tonnellate al giorno di acqua radioattiva, perlopiù  cesio 137 e 134.
L'operazione prevista dal gruppo di intervento (Tepco e governativi) prevede lo spostamento delle 1533 barre delle vasche del reattore n. 4, cui farà seguito lo spostamento delle barre nelle altre vasche.
Si tratta di spostare, tramite una gru, 22 barre alla volta in un cassone di acciaio e piombo. In tutto saranno 70 cassoni da trasferire per reattore. Dove saranno stoccati non è stato ancora deciso, le autorità locali non daranno spontaneamente un parere favorevole.

Aggiungo una lettera appena ricevuta da una nostra amica giapponese:

  • a Tokyo due candidati al posto di governatore che affermavano denuclearizzazione soffrivano sconfitta pesante il mese scorso.
  • Pero’ le elezioni erano quelle con inganno.
  • Per il candidato pro-nucleare di un conservatore che ha ottenuto piu’ molti voti ed e’ vinto, ogni volta che parlava alle strade per il discorso elettorale, c’erano solo molto poche persone intorno a lui. Ma per un candidato antinuclearista, Morihiro Hosokawa che e’ l’ex premier, quando si alzava e parlava alle strade con Koizumi, l’ex premier e suo sostenitore forte, (anche se non mi piace Koizumi ) la gente affollava le strade dove loro venivano in ogni luogo durante le elezioni. Quindi film dello stato di campagna elettorale di Masuzoe e Hosokawa e’ stato trasmesso su internet TV, e molta gente che vedeva credeva che fosse come un fenomeno sociale, e molti giornalisti anche avevano dubbio su i sondaggi pre-elettorali che mostravano certa vittoria di questo candidato maschilistico. 
  •  Attualmente in Giappone, si dice che i voti di quasi tutte le elezioni sarebbero falsificati.

Realtà, fantapolitica,  attività sottobanco e allo scoperto della yakuza, nel Giappone di oggi. Resta comunque il fatto che affidare  lavori di ristrutturazione così delicati per il contenimento delle strutture a altre ditte, con meccanismi di subappalto, e queste ditte assumono personale precario, ditta che non risponde a mancanze nei lavori non eseguiti a regola d'arte, e non c'è una autorità / ingegnere che coordina e può pretendere l'esecuzione esatta dei piani di lavoro, la centrale nucleare non sarà restaurata a regola d'arte...

martedì 25 febbraio 2014

glutammato: usi e abusi

Si fa presto a trasformarsi da consumatori consapevoli a  fanatici intolleranti  incapaci di discernimento. Una delle cose che si sentono dire o si leggono su alcuni siti web di parte, è che il glutammato fa male. Per evitare il glutammato e perseguire questo fine i consumatori "inconsapevoli" decidono di fare a meno di tutti i prodotti confezionati sulle cui etichette è scritto "contiene glutammato monosodico - GSM". 
Il sale dell'acido glutammico, un amminoacido non essenziale, che anche il corpo produce,  è uno dei più abbondanti nelle proteine. si trova quindi in tutti gli organismi viventi, dagli animali ai vegetali, ai funghi e ai crostacei. In alcune parti dell'organismo se ne trova in quantità più abbondanti. Nel tessuto connettivo, nei tendini, nella gelatina, nei semi di legumi, nelle alghe. 
Le aziende che producono dado di carne in quantità industriali  estraggono proteine dagli scarti di animali e carcasse. Inoltre viene aggiunto nei dadi economici come esaltatore di sapidità, mentre produrre dadi senza l'aggiunta di GSM incide sui costi di produzione per la scelta delle materie prime migliori. 
Anche i barattoli di spezie possono contenere una aggiunta di GSM come esaltatore dell'aroma.
Produrre un brodo o un estratto di carne o vegetale in casa non risulta in un prodotto con meno glutammato rispetto a un dado vegetale o un dado  commerciale di qualità alta. 
Quello che conta sono le dosi. 
Parlando di sale, il cloruro di sodio, esagerare non serve. La quantità di sodio che ingeriamo è in eccesso alla dose giornaliera, anche se si fa sport e si suda molto. Il sodio viene escreto dai reni, e ingerire più sodio significa sovraccaricare di lavoro i reni. Se si riuscisse a ridurre il sodio ingerito, anche facendo uso di GSM, il risultato sarebbe positivo. 
In alcuni cibi e formaggi la tendenza è di bilanciare una riduzione di NaCl con l'aggiunta di cloruro di potassio, raramente con cloruro di magnesio, per un certo sapore amaro di quest'ultimo. Però togliendo la saliera dalla tavola, altrimenti il problema si ripresenta.
Se un individuo sano riesce a superare senza conseguenze un eccesso alimentare saltuario (pensiamo a quante volte una serata in pizzeria si è tradotta in una sete notturna, a causa del prosciutto crudo, speck, salumi), in pazienti con la pressione alta o con problemi cardiovascolari (cuore dilatato che causa lentezza nel ritorno del sangue venoso  e gonfiore delle gambe) la quantità di alimenti contenti sale e glutammato deve essere controllata in modo assoluto e regolare, eliminando salumi e parmigiano. Già, perchè molti di questi fanatici intolleranti  incapaci di discernimento che si riempiono la bocca con slogan salutistici finiscono per consumare dosi industriali di formaggio. "No sulla pasta non metto formaggio" - però il parmigiano viene divorato, e un galbanino intero viene fatto sparire a pasto, dose che ucciderebbe per l'eccesso di calorie, sale e amminoacidi (GSM).  
Portate in tavola una torta bavarese, una gelatina dolce, un aspic, del prosciutto o pollo in gelatina. Non troveranno nulla da ridire, e non sospetteranno mai di stare consumando glutammato, neanche dopo aver fatto sparire tutta la torta. 
Il glutammato è una delle molecole che influenzano i recettori del gusto "umami", la sapidità dei piatti orientali. L'altra molecola che esalta il gusto umami è un nucleotide monofosfato, un derivato della degrazione del DNA, che è presente negli alimenti fermentati, dalla salsa di soia, al sakè, al miso. Un corretto uso della salsa di soia incide sulla quantità giornaliera raccomandata. State quindi attenti a non finire una bottiglietta subito. Non solo per il costo, ma per una corretta alimentazione (lo stesso dicasi per qualsiasi altro componente, e per le calorie).
il senso di sazietà è legato al tipo di digestione. I giovani tendono a pensare che una digestione lunga significhi cattiva digestione. I nostri genitori invece consideravano una digestione lunga un fattore positivo, che dà soddisfazione. Molti componenti delle ricette hanno come effetto quello di allungare i tempi di permanenza del cibo nello stomaco. Cipolla e aglio hanno come effetto quello di aumentare il senso di sazietà proprio per questo prolungamento del tempo di digestione. In assoluto, cibi carnei permangono di più nello stomaco,  così come piatti elaborati con salse. Per chi produceva olio, era obbligo aggiungerlo in abbondanza, per condire meglio, come nei piatti fritti, come la parmigiana di melanzane, o stufati di verdure, come le rape infuocate, con effetti di riempimento e digestione lunga, elaborata, ma di grande soddisfazione.
Cibi a base di riso (meglio se integrale perchè ricco in vitamina A, e per la componente di fibre) sono a digestione veloce, e più presenti nella cucina orientale che prevede una colazione abbondante e vari spuntini ravvicinati - cena presto e ultima consumazione notturna, durante il rientro a casa di mezzanotte.
La diceria che l'eccesso di glutammato provochi mal di testa sembra smentita dai test clinici con placebo. Origina dal fatto che il glutammato è un trasmettitore nervoso, e che in certi neuroni attiva recettori NMDA,  uno tra 3 tipi di recettori per il glutammato, che aprono i canali del calcio ed eccitano alcuni circuiti neuronali. Queste componenti eccitatorie sono coinvolte in alcune patologie nervose (ischemia, infarto cerebrale). Però un eccesso di glutammato nel sangue non ha una incidenza sul contenuto di glutammato nelle sinapsi. Invece, resta valida la correlazione tra aumento di mal di testa e concentrazione di ammine biogene (tiramina, istamina)  influenzata dalla ingestione di quantità elevate di cibi che le contengono (ancora: formaggi, certi vini).
In conclusione, saggezza antica e capacità di discernimento  producono un sinergismo e ci aiutano nella conduzione di una vita piena, sana e in salute.  Generazioni di nostri antenati si sono nutriti seguendo una dieta obbligata ma efficace. In Messico, nella dieta tradizionale dei contadini a base di "tortilla e fave", come spiega Steinbeck in "Pian della tortilla",  gli amminoacidi essenziali assunti combinando fave e  mais si compensano, sono tutti presenti e forniscono le quantità giornaliere necessarie, inoltre il mais è trattato con acqua di calce e quindi la vitamina PP (previene pellagra, l'acido nicotinico)  a differenza della preparazione della polenta, in cui la niacina viene persa perchè è legata, trattenuta da fattori antinutrizionali. Pensando ad un alimento tipicamente italiano, la giusta combinazione di amminoacidi essenziali nella dieta mediterranea è data dalla pasta al sugo con l'aggiunta di formaggio. E' un piatto unico, a cui non è necessario, e a volte nemmeno realizzabile,  far seguire un secondo, così come la pizza margherita. E voi, cosa vi viene in mente? se avete un altro piatto completo da proporre, scrivetelo nei commenti.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001